Una Parola per questo tempo: Paura o timore di Dio?

Paura o timore di Dio?

Servite il Signore con timore e gioite con tremore. (Salmo 2:11)

La Bibbia ci invita ad avere “timore” di Dio. Spesso si identifica erroneamente la parola “timore”, con un suo sinonimo: “Paura”. In realtà questi due termini descrivono due stati d’animo diversi. Il Signore non ci invita a coltivare la paura. Al contrario, Egli vuole risvegliare in noi una piena e gioiosa fiducia verso di Lui. L’uomo ha “paura” di Dio perché non Lo conosce. Ha una vaga percezione della Sua Santità, ma ignora la Sua grazia. Riconosce e teme la Sua perfetta giustizia, ma ne ignora la natura misericordiosa. Gesù ha completato la conoscenza di Dio rivelandone un aspetto misconosciuto: la Sua grazia e il Suo amore. Il Signore ci ha così amati da donare per noi il Suo Figlio che ha portato su di Sé la pena del nostro peccato donandoci la libertà di comparire dinanzi a Lui senza paura e senza angoscia. Ora, con il cuore libero e gioioso, possiamo accostarci al Padre con santo “timore”, con quel senso di profonda gratitudine mista a riverenza e sottomissione di cui Egli è degno.

La Parola giorno per giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.